Proposte per lo sviluppo del Turismo Itinerante - Quanto può costare un'area attrezzata per Camper? Glamping o Casa sull'albero? - Progettazione e Consulenze Aree Attrezzate di Sosta per Camper

consulenze aree di sosta per camper
Consulenza aree sosta camper attrezzate
Pprogettare area di sosta camper
progetta la tua area di sosta

Clicca sul Menu

clicca qui
Vai ai contenuti

Proposte per lo sviluppo del Turismo Itinerante

Progettazione e Consulenze Aree Attrezzate di Sosta per Camper
Pubblicato da in Investimenti Turismo ·
Tags: #sviluppoturismo#areecamper#amministrazionilocali
 
QUANDO INIZIAMO A LAVORARE SUL SERIO?



E' necessario che amministratori locali, Regioni e Ministero passino dalle tante parole ai fatti.

Servono finanziamenti? Bene cerchiamoli tramite i Fondi Europei e attraverso una valida programmazione mirata riusciremo a realizzare molteplici  Progetti d’accoglienza del turismo itinerante”.

Poichè l'Italia è indietro da anni rispetto alla Francia ed alla Germania come esempi top iniziamo a lavorarci ed i convegni e le dichiarazioni di intenti lasciamoli indietro.

E' ora di agire e abbiamo anche le conoscenze per dire come fare...

I privati interessati a realizzare progetti di accoglienza sono tanti, ma spesso sono bloccati dalla burocrazia.
Quindi semplificare procedure e velocizzare gli iter progettuali.

Quanto dobbiamo ancora aspettare per avere un'accoglienza di tutto rispetto?

Vediamo alcuni principi fondamentali su cui si può lavorare per creare buoni progetti:



 
Quali possono essere le diverse strutture ricettive, da programmare e realizzare con la gradualità necessaria ed in relazione alla situazione dei vari luoghi?

Se prendo come riferimento orientativo un raggio di 10/15 km, l’essenzialità e la semplicità dei servizi, in estrema sintesi posso creare (per un quadro più analitico, si rinvia all’ipotesi di “Progetto”più dettagliata):
 
a) aree di parcheggio o punti sosta (con o senza servizi minimi), molti e diffusi nel territorio per accogliere anche poche unità ciascuno tutto l’anno;



 
b) aree di sosta attrezzate per camper e caravan con “camper service” (espressione generica che riguarda lo scarico e carico acque), libere o recintate e gestite, nelle vicinanze del centro storico o facilmente raggiungibile con la bicicletta o mezzi pubblici (bus, treno) con apertura possibilmente annuale;

 
c) almeno un “camper service”, gratuito o a costi contenuti (fino ad € 5): può essere in qualche area di parcheggio di cui sopra (anche con colonnine a gettone) o presso stazioni di servizio (peraltro obbligatorio sopra i 10.000 mq di superficie) o nei campeggi (a tariffa concordata), in un luogo territorialmente baricentrico, disponibile tutto l’anno;  


 
d) la disponibilità di un campeggio di transito (con servizi essenziali) per tende, caravan e camper, a costi « europei »(intendesi costi medi praticati in Europa nelle classificazioni inferiori), sostituibile con eguali piccole aree (aree per soste brevi) all’interno di campeggi esistenti o presso agriturismi o fattorie agricole disponibili, centri sportivi, locande, alberghi, ristoranti, privati , seguendo il principio della massima diffusione territoriale e della multifunzionalità (ricettività per i vari tipi di turisti, nella stessa struttura), soprattutto nelle zone rurali e nei piccoli centri;
 
e)sempre nell’ambito di riferimento dei 10/15 km e se l’economia di scala lo consente, un campeggio e/o villaggio turistico, con almeno il 50% riservato al turismo itinerante, con un’apertura annuale a tariffe “europee”.


 
In particolare per i punti b), c) e d) diventano importanti la sorveglianza, la manutenzione e la gestione, pena il degrado o un utilizzo anomalo; la gestione, soprattutto laddove possono sussistere problemi di sicurezza, da destinare a terzi o a gestione familiare o del volontariato associativo.
 
L’essenzialità e semplicità delle strutture ricettive e delle dotazioni impiantistiche riducono i costi di tutti e sono anche giustificate da una permanenza generalmente ridotta del turista in questione (max 48/72 ore);
 
f) ostelli di qualità, centri di educazione ambientale e di informazione turistica, ecc… con la possibilità anche qui di piccole aree o punti sosta, anche per chi utilizza tende o soluzioni simili.

In stretta collaborazione con l'Associazione PROMOCAMP ITALIA siamo in grado di offrire la nostra consulenza alle amministrazioni ed organizzazioni che intendono procedere per lo sviluppo turistico delle loro zone, con un sostegno tecnico-progettuale (anche ai loro tecnici di fiducia) e con la messa a disposizione di proposte imprenditoriali concrete  per la realizzazione delle strutture ricettive e dei servizi necessari per il turismo itinerante (dalla A alla Z: dalla progettazione alla realizzazione delle singole strutture, agli impianti igienico-sanitari per le acque di scarico, alla regolamentazione, all’informazione turistica ed alla promozione in rete).

INIZIAMO a lavorarci su?
Allora contattaci subito inviando una email CLICCANDO QUI

Approfitta delle offerte di consulenza Online!
CLICCA QUI



Nessun commento


badino massimo
studio badino
consulenza aree sosta camper
logo app progettareareecamper
logo app progettareareecamper
Progettare area sosta camper
Torna ai contenuti